Parquet Flottante


Il “parquet flottante" è un pavimento in legno installato senza essere incollato a terra. Questo sistema offre innumerevoli vantaggi. Negli ultimi anni ha avuto una grande diffusione. Con questa tecnica vengono posati parquet di grande dimensione e caratteristiche qualitative assai elevate.


Nella maggior parte dei casi viene posato già trattato, quindi prefinito. Si colloca come prodotto nella fascia medio-alta dei pavimenti in legno. Il sistema di posa lo rende veloce da posare e facile da rimuovere. Così da non alterare o danneggiare la vecchia pavimentazione.


Prendendo in affitto un fondo commerciale o un ufficio e volendo creare un atmosfera più accogliente si può sfruttare un pavimento flottante. Infatti gli interventi sull'immobile sono limitati. Bastano poche modifiche agl'infissi.


La posa flottante non è solo tipica di alcuni pavimenti in legno ma è anche l'unico sistema di posa del laminato e del PVC / LVT.


Tutti i materiali posati con la posa flottante o galleggiante hanno bisogno di essere appoggiati su dei tappetini fono assorbenti. Il loro compito è quello di attutire il rumore che si crea quando si cammina sul pavimento.


I primi pavimenti flottanti furono posati su tappetini spessi fino ad 1 cm, ma visto il gran molleggio che creavano a terra e la sensazione provata camminandoci sopra, oggi si scelgono spessori inferiori. Sono sufficienti solo 2mm di un buon materiale per avere un ottimo risultato.


Il parquet flottante non essendo incollato a terra è libero di assestarsi. Questo comporta che va considerata la probabile dilatazione del legno dopo la posa. Infatti lo stesso legno incollato ha una dilatazione minima rispetto alla dilatazione che avrebbe una posa flottante.


Se posiamo il nostro pavimento Galleggiante in un ambiente umido questa dilatazione aumenta. Quindi se l'immobile in questione presenta delle situazioni di umidità critiche possiamo protggerlo dall'umidità di risalita con un foglio di polietilene da installare sotto il tappetino fonoassorbenete.


Questa soluzione rende il parquet flottante adatto ad essere posato anche in seminterrati o ambienti con umidità ambientale alta. Non è consigliato in bagno.


Il supporto, massetto o vecchie mattonelle, dove si posa il pavimento flottante deve essere rigido e planare. Questo permette una corretta esecuzione della posa. Avvallamenti e sfaldamenti della superficie si riflettono in maniera negativa sulla corretta esecuzione del lavoro.


immagine parquet flottante con incastro maschio / femmina da incollare

Ci sono due tipi di incastri, il primo chiamato "maschio/femmina" ( M/F ), il secondo a "click".

incastro a click

I prezzi del flottante sono di solito più alti dei pavimenti in legno "standard" perchè devono avere uno spessore minimo di 14 mm e si può arrivare anche a 20 mm. Spessori molto più elevati rispetto a 10 mm dei modelli di dimensioni inferiori. Questi pavimenti "multistrato" sono composti da almeno due strati di legno, quello superficiale nobile di circa 2,5 / 8,0 mm e la parte restante di multistrato o un legno massello stabile ma più economico.

I pavimenti flottanti di fascia alta hanno una struttura formata da tre strati:
a) la parte nobile superficiale da 3 a 8 mm;
b) la parte centrale di betulla, abete, pino massello o multistrato;
c) lo spessore sottostante formato da un unica lista di legno di betulla o abete.

Il top del tre strati è il cosidetto parquet controbilanciato dove lo strato superficiale e quello sottostante sono fatti con la stessa essenza nobile: se la parte superficiale è di rovere, quella inferiore è sempre di rovere ed al centro si trova o un legno più leggero tipo abete o il multistrato.